Think e Like #4 - La pricing strategy e 1979 degli The Smashing Pumpkins

"I know you better than you fake it to see" cantava Billy Corgan in 1979, con il suo timbro così unico, così malinconico e sorridente. Lo ascolto intensamente, mentre i fogli di Drive si riempiono di scenari possibili. Devo limitare una frustrazione per un cliente. Una community, bella e sincera nel modo di comunicare, deve inserire un piano a pagamento. Ha un team da mantenere, e ha idee ben precise. Niente pubblicità. A 2:09 Billy parte e tutto si fa più chiaro, e la strategia di prezzo scivola via che è una bellezza.

Sii onesto. Non aver paura di esserlo. Valuta il tuo prodotto, tu quando pagheresti davvero per comprarlo? Ragiona a lungo termine. Non cadere nell'ipnotico vortice dello sconto perenne, non bruciare il tuo prodotto -a meno che tu non lo faccia con la lucidità del caso-, non svalutare il tuo brand -nuovamente a meno che tu non lo faccia con la lucidità del caso-. Lo sconto perenne è la pista da sci a Dubai. Carina, ma è un fake. Ha il sapore del fake, e quella neve non vale quanto la neve del più sgrauso paesino di montagna.

Note al post: Questa è una sforbiciata. In origine era molto più lungo nelle intenzioni, poi, il miracoloso caso vuole che Carlotta Silvestrini pubblichi questo splendido post proprio oggi "Digital Branding Strategy | Pricing e percezione del prodotto: uccidere l'azienda con prezzi ribassati e finti sconti". Andate a leggervelo, condivido in pieno e non credo serva aggiungere altro ;)