think #10 - Il primo giorno della mia nuova vita

Oggi è il mio primo giorno della mia nuova vita.
Non ho guardato i vari report. Ho lasciato stare Analitycs, Adwords, le conversioni, le visite, i social.
Ho scelto con cura la playlist. Inizia Bruno Mars, segue Seu Jorge e tutto il resto. Mi faccio ispirare. Percorro mentalmente la salita che farò in bici. Quasi la sento, le gambe rispondono, il cervello anche. Sarà una bella salita.

Oggi, il mio primo giorno della mia nuova vita inizia con il clack delle scarpette sui pedali. Faccio partire Strava e le gambe iniziano a girare.
Ho un blocchetto di PostIt verdi sulla scrivania. A fianco una penna bianca. Mi capita di riempirli di parole, di concetti, per poi collegarli e trovare soluzioni creative a problemi ricorrenti. Oggi scrivo sulla strada, un tratto fatto di curve e di sudore. Ho la miglior calligrafia degli ultimi anni.

Oggi è il mio primo giorno, e mi sento Superman. Inizia la salita, ed è subito dura. La, davanti a me, un'altro supereroe la sta affrontando. Fa caldo, come giusto che sia sotto il sole di Agosto a queste latitudini. Ad ogni spargimento di acido lattico la mente vuole andare in protezione. I pensieri iniziano ad arrivare come treni a tutta velocità, mi investono. Il lavoro, le cose da fare, la famiglia, gli affetti, le cose da sistemare. Tengo duro, ma è dura. Sgrano e faccio girare le gambe di più. Tengo duro, ma è tanto dura. Mi sto avvicinando al mio compagno di salita, ha qualche anno in più di me. Guardo la mia ombra, e tutto svanisce.
Il mio primo giorno della mia nuova vita, e la mia mente stakanovista si arrende.

Mi affianco a lui, saluto. "Vai, tranquillo" mi dice. Come potrei dirlo io a mio figlio. Accenno un Si con la testa e salgo sui pedali. Spingo, spingo fino a quando fa male, fino a quando l'unica cosa che posso fare è essere li. Nel momento. Solo li.

Oggi è il mio primo giorno della mia nuova vita. È duro, non si diventa supereroi dal niente, in un momento. Siamo sempre un po' Clark Kent, è quello che ci rende speciali.
Torno a casa, non guardo i tempi, non guardo niente. Faccio una doccia con il sorriso stampato e mi rendo conto che ho fatto il passo, di nuovo, verso una nuova avventura.
Oggi è il mio primo giorno della mia nuova vita. E il tuo?